Vai a sottomenu e altri contenuti

Tomba di Giganti di Solle

Comune: Bitti

Località: Solle

I.G.M.: foglio 482, IV C.T.R.: foglio 482010
Catasto: foglio 18, mappale 5
Coordinate Gauss Boaga: N 4489989 E 1529309
Coordinate WGS84: N 40° 33' 33'' E 9° 20' 46''
Quota: m 800 s.l.m.
Monumento: tomba di giganti
Geologia: (Carmignani et al.1997) Classe 34(Micascisti e paragneiss) Pedologia: (Aru et al. 1992) Classe 6(Dystric, Typic e Lithic Xerorthents) Bibliografia: Taramelli 1931, p 72, n°10

Tomba di giganti di Solle: si vede il lungo corridoio, chiuso ai lati da lastroni, quelli delle copertine gettanti in basso, il lastrone di chiusura o stele conserva il foro dell'ingresso. La tomba fu scavata e frugata da tempo immemorabile (Taramelli). Tomba di giganti di Solle, il corridoio funerario. Tomba di giganti di Solle, il corridoio funerario.

La tomba è situata ad una quota di m 800 s.l.m., in corrispondenza di un ampio dosso che si trova presso il fondovalle del fiume Tirso. Del monumento, realizzato in granito, si conservano parte dell'esedra con l'ingresso centrale architravato ed il corpo rettilineo-absidato del corridoio funerario. La tomba è della tipologia a filari, e per le pareti del vano funerario è stata utilizzata la tecnica isodoma; il monumento, orientato a Sud-Est, ha una lunghezza totale, misurata fino alla corda dell'esedra di m 7,60, ed una larghezza massima di m 3,15.
L'esedra, parzialmente ricoperta da vegetazione, conserva una corda di m 9; del braccio Ovest, (lungh. m 4,60; spess. 1,05; alt. m 0,34 pari a filare) si conservano 5 conci del paramento anteriore e 2 conci del paramento posteriore), mentre il braccio Est, (lungh. m 4,50; spess. m 1,05; alt. m 0,43 pari a 1 filare) ne conserva 3 del paramento anteriore e 2 di quello posteriore.


I conci dell'esedra, non hanno dimensioni omogenee (lungh. m 0,45/1,20; largh. m 0,30; alt. m 1,20), anche se nella faccia a vista presentano un contorno regolare rettangolare.
Al centro dell'esedra si apre l'ingresso, con pianta leggermente strombata verso l'interno e con luce sub-rettangolare (lungh. m 0,70; largh m 0,60; alt. m 0,50), costituito da due stipiti aggettanti, e sormontato da un grande architrave parallelepipedo (lungh. m 1,15; largh m 0,30; spess m 0,30).


Il vano tombale presenta una pianta sub trapezoidale (lungh. m 3,80; largh. m 0,85) ed è completamente privo della copertura. La parete Est, spessa m 0,90 conserva un elevato di m 1,25 per 3 filari, mentre la parete Ovest è alta m 1,35 (pari a 4 filari). Tomba di giganti di Solle. L’ingresso architravato Tomba di giganti di Solle. L’ingresso architravato


La camera è chiusa sul fondo da una grande lastra trapezoidale (lungh. m 1,30; spess.m 0,25; alt.m 0,80). L'opera muraria, in tecnica isodoma, è stata realizzata mediante l'impiego di conci di varie dimensioni accuratamente sbozzati, di forma parallelepipeda, con un profilo longitudinale rettilineo e disposti su filari molto regolari. A partire dal secondo filare, i conci presentano un aggetto molto pronunciato che risulta piuttosto evidente nel filare superiore.
Presso il paramento esterno del lato N, si osservano 7 conci di forma trapezoidale, con le basi a profilo curvilineo; essi sono probabilmente i resti della copertura del corridoio funerario, o della sua parte absidata.

Monumenti Preistorici e Protostorici nel territorio di Bitti

Matteo Pischedda

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto